RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Municipio IX. Lepidini (PD): “Laurentina e Ardeatina devono tornare strade sicure”

Più informazioni su

“Nella Commissione Mobilità di oggi ho posto al centro dei lavori le due consolari provinciali. la Laurentina e l’Ardeatina . Due importanti arterie della capitale che devono tornare in sicurezza”. È quanto dichiara in una nota Alessandro Lepidini, Presidente della Commissione. 

“Sulla via Laurentina non intendiamo mollare la presa, nonostante la Provincia abbia riferito che non dovrebbero più esservi elementi che possano impedire la ripresa dei lavori. Ora – continua Lepidini – se il maltempo dei giorni recenti può non aver facilitato la loro ripresa è necessario mantenere la massima vigilanza affinché questo avvenga il prima possibile. Ciò che riteniamo fondamentale è inoltre che i lavori ripartano proprio dai punti di maggior pericolo  come richiesto da  Giuseppe Contenta, capogruppo Pd,  con il quale chiederemo che il sub Commissario Vaccaro sia sentito in audizione presso la competente commissione regionale al fine di superare le difficoltà di interlocuzione sinora palesatesi.
Inoltre, – aggiunge il consigliere – come da impegni presi, nell’assemblea territoriale sulla sicurezza della Laurentina, del 1 febbraio, è stata approvata all’unanimità la risoluzione con la quale chiediamo alla Provincia di vietare il transito dei Tir fino al completamento dei lavori.

Anche per quanto riguarda la direttrice  Ardeatina la situazione sembra prossima alla soluzione  con somme urgenze della Provincia che partiranno già dalla prossima settimana per Via della Stazione di Pavona e la Via Ardeatina, con l’avvio di lavori per il rifacimento dell’intera sede stradale di tutti i tratti “colabrodo”. Non riterremo lo stato di emergenza superato – conclude Lepidini – fino a che le consolari non torneranno percorribili in piena sicurezza e fino ad allora ci metteremo tutto il nostro impegno e in ogni caso pronti a tutte le iniziative se quanto acquisito in Commissione non dovesse aver riscntro con i fatti”.

Più informazioni su