Municipio I: no regolamento patrimonio M5S, serve a fare cassa

Roma – “Come Municipio I bocciamo categoricamente il Regolamento sul patrimonio di Roma Capitale del M5s, che punta solo a fare cassa con i beni pubblici”. Cosi’ in un comunicato il gruppo Pd del Municipio I. “Oggi- si legge- abbiamo iniziato un confronto con le associazioni del territorio che svolgono da anni la loro attivita’ in locali comunali sulla proposta di delibera capitolina riguardante il nuovo Regolamento sul patrimonio, e la bocciatura e’ stata unanime. Dalla Casa dei Diritti Sociali, l’Accademia del Costume e della Moda, l’Accademia del Teatro, le associazioni della Casa Internazionale delle Donne, Celio Azzurro, la Federazione Italiana Musica Antica, l’Associazione Romana Vigili Urbani In Congedo, la Federazione Italiana Tempo Libero, tanti sono stati gli interventi critici sul regolamento, che perde l’occasione di dare una prospettiva di sviluppo e di valorizzazione del tessuto sociale riducendo tutto ad una mera procedura amministrativa per far quadrare i conti”, dichiara Sara Lilli, capogruppo Pd Municipio I.

“Ci sono critiche da fare sul metodo non condiviso di redazione dell’atto e sul contenuto, che gia’ dalle premesse dimentica ogni riferimento allo Statuto di Roma Capitale che invece fa esplicita menzione della valorizzazione del contributo sociale e culturale dell’associazionismo. E ancora critiche nette sono arrivate rispetto alle procedure di bando pubblico quale strumento unico e asettico di selezione dei progetti validi, e contro la mancanza di garanzie di continuita’ e di sviluppo per le realta’ concessionarie degli spazi”, aggiunge la Consigliera Claudia Santoloce, Presidente della Commissione Politiche Sociali del Municipio I. “La Sindaca Raggi dopo quattro anni di mala amministrazione partorisce un ‘papocchio’ di regolamento, nascondendo dietro il totem della legalita’ la sua totale incapacita’ nel ruolo che ricopre e la colpa di aver spento in questi anni molte delle luci del tessuto sociale e culturale romano.Noi faremo la nostra parte, nei prossimi giorni, per contrastare questo regolamento con atti e mobilitazioni nella citta’”, concludono Lilli e Santoloce a nome del Gruppo Pd del Municipio I.