Municipio V, Pd: sconfessata Delibera 140 su immobile via Prenestina

Roma – “Se invece di accanirsi contro il ricco mondo associativo romano, il M5S avesse in questi anni apprezzato l’arricchimento dato alla citta’ in termini di servizi sociali e culturali e di tutela del patrimonio pubblico, non ci sarebbe stato bisogno di questo comunicato. E invece bisogna dirlo. Perche’ forse il M5S ci ha ripensato, come ben denunciato dal mondo associativo romano. Si legge infatti che il patrimonio pubblico di via Prenestina 286a e 286b venga infatti messo a bando per attivita’ sociali e culturali con le norme della vecchia delibera 26/1995.”

“Questo significa sconfessare la delibera 140 che, interpretata a danno dell’associazionismo e del volontariato, ha rappresentato in questi anni pentastellati la clava attraverso cui distruggere la ricca rete culturale e sociale romana e lasciare in abbandono il patrimonio pubblico. Dopo anni di diffide, sfratti, ricorsi, intimazioni a pagare milioni di arretrati, in Municipio V si torna alla vecchia delibera che prevede peraltro anche la riduzione dell’80% del canone da sempre considerato pregiudizievole dal Campidoglio.”

“A cosa stiamo assistendo? Ad una nuova guerra interna al M5S? Alla resa finalmente di una stagione che ha raso al suolo le migliori esperienze sociali e culturali romane? Al ripensamento di una stagione politica in cui il M5S ha spento Roma e svuotato di senso la valorizzazione e l’uso dei beni pubblici? É imbarazzante. É veramente ora di costruire qualcosa di diverso e chiuderci alle spalle questi anni di pressapochismo, umiliazione e saccenza. Il Presidente del Municipio V chiarisca, se vuole. Cosi’ la Sindaca. Se vuole. Se ha tempo. Un’intera citta’ si sente ormai presa in giro”. Cosi’ in un comunicato Riccardo Vagnarelli, Segretario Pd del Municipio V, ed Erica Battaglia, della direzione regionale del Pd.