RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Municipio VI: al via la ristrutturazione delle scuole del territorio

Più informazioni su

Marco Scipioni

Marco Scipioni

Un finanziamento regionale per oltre 2.500.000 euro per la scuole del territorio. ‘Grazie ad un finanziamento della Regione Lazio potremo finalmente mettere in sicurezza sette istituti, dei quali tre medie, tre materne ed una elementare – ha sottolineato il Presidente del Municipio Roma VI Marco Scipioni – tutte scuole che da anni attendevano opere di ristrutturazione e che ora, con il concorso di tutte le istituzioni, vedranno un volto nuovo. Nella fattispecie si tratta delle scuole medie ex Pagano, via di Città S. Angelo, Rugantino, della scuola elementare Marelli, della scuola materna ed elementare Chico Mendez e delle scuole materne Lea Biagini e Archimede. Una serie di lavori che inizieranno a breve per dare una risposta seria agli operatori, alle famiglie ed al personale docente. Siamo dunque molto contenti di questo stanziamento che consente di effettuare lavori necessari ed importanti dopo tantissimi anni di incuria e abbandono’.

Scipioni, “grazie ad un finanziamento della Regione Lazio si procederà alla messa in sicurezza di sette istituti’

Occorre precisare che questo stanziamento e’ stato ottenuto grazie al lavoro coordinato tra la commissione dei lavori pubblici municipale e la presidenza del consiglio. ‘In particolare – sottolinea Ambra Consolino, Presidente del Consiglio Municipale – abbiamo scritto ripetutamente alla Regione per sollecitare questo stanziamento soprattutto per due scuole che inizialmente non erano state ricomprese nell’elenco. Alla fine, grazie allo sforzo congiunto di tutte le istituzioni siamo riusciti ad ottenere fondi importanti per soddisfare le esigenze del territorio’ ‘Abbiamo lavorato in sinergia per assicurare un risultato ottimale per la cittadinanza, il personale docente ed i bambini – ha evidenziato Maurizio Mattei, presidente della Commissione Lavori Pubblici e mobilità – e siamo molto soddisfatti di questo risultato che permette di ristrutturare edifici che da anni erano bisognosi di opere straordinarie’

Più informazioni su