Municipio VIII: appello a Raggi, sconcertante gestione crisi Covid

Roma – “Cara sindaca, le manifestiamo tutto il nostro sconcerto rispetto alla gestione di Roma Capitale in questi due mesi di grave emergenza epidemiologica. Il disappunto e’ ancora piu’ marcato sul versante dell’assistenza e del sostegno per le persone piu’ fragili o con un disagio economico o sociale piu’ grave. Il nostro Municipio, governato dal centrosinistra, si e’ attivato sin dall’inizio di marzo con l’iniziativa ‘Municipio solidale’, che ha offerto e continua a offrire servizi di prossimita’ per chi ne ha bisogno aumentando l’efficacia dei Servizi sociali territoriali gia’ molto attivi nel periodo ordinario”. Inizia cosi’ l’appello su Facebook del Partito democratico dell’VIII Municipio rivolto alla sindaca di Roma, Virginia Raggi.

“Le diverse associazioni e i tanti volontari che si sono messi a disposizione in queste settimane hanno consentito un sostegno concreto, anche dal punto di vista alimentare, a centinaia di persone in difficolta’ per l’eta’, per la salute, per le condizioni economiche e tanto altro- prosegue il post dei dem municipali- Di fronte a questo impegno degli enti di prossimita’ e di questa rete territoriale che li ha affiancati, Roma Capitale non puo’ rimanere inerte o non avere una risposta all’altezza della sfida.”

“Di fronte all’azione e alle risorse che il Governo nazionale e la Regione Lazio hanno concretamente messo a disposizione, la Capitale ha il dovere di adottare misure rapide e adeguate. I buoni spesa e i buoni affitto non possono essere vittime dell’incapacita’ politica di leggere i bisogni reali della citta’, la vita di tante persone soffre ora nell’attesa di un segno tangibile da parte dell’Amministrazione capitolina”.

Per questo, conclude il post, il Partito democratico dell’VIII Municipio rivolge alla sindaca Raggi “un sollecito ad adempiere con piena responsabilita’ a tutto cio’ che e’ nelle sue facolta’ prima che ulteriori danni si sommino ai drammi di questa emergenza. Roma merita di piu’, confidiamo che anche Lei ne sia consapevole. Ci stupisca”.