RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Municipio VIII: arriva ‘Sgamotto’, app per segnalare disservizi Ama

Roma – I cittadini di Roma non vogliono finire sommersi dalla spazzatura, vogliono fare qualcosa, affrontare il problema. Quelli del municipio VIII, che comprende le zone di Ostiense, Valco San Paolo, Garbatella, Navigatori, Tor Marancia, Tre Fontane, Grottaperfetta, Appia Antica Nord e sud, possono usufruire ora di un nuovo strumento, lanciato nell’ambito dei progetti dell’osservatorio municipale ‘Verso Rifiuti Zero’, fondato nel 2014. Si tratta di ‘Sgamotto’, la piattaforma web presentata oggi nell’aula consiliare di via Benedetto Croce.

“La situazione dei rifiuti della nostra citta’ e’ arrivata ad un punto insostenibile tanto da paventare un disastro ambientale. Manca una strategia del comune di Roma e della sindaca Raggi- ha affermato il presidente dell’VIII Municipio Amedeo Ciaccheri- Mi preoccupa il rischio di chiusura di Colleferro nel prossimo anno, ma il Comune non ha soluzioni ne’ strategie per evitare tale eventualita’”.

“La sindaca deve assumersi le responsabilita’ che le ha dato la legge. In queste settimane i nostri concittadini del municipio ottavo hanno potuto vedere coni proprio occhi l’ennesimo aggravarsi della crisi del sistema rifiuti”.

Proprio per questo l’osservatorio municipale ‘Verso Rifiuti Zero’ ha lanciato ‘Sgamotto’, una web-app con la quale i cittadini possono segnalare in modo certificato a Ama, e per conoscenza al municipio, il disservizio nel recupero dei rifiuti, compilando un apposito form, nel quale inserire il disservizio lamentato, i dati di chi fa la segnalazione, il luogo e la descrizione, inserendo anche foto. La segnalazione arrivera’ prima al sito di ‘Sgamotto’, che poi dovra’ accettare la segnalazione che automaticamente sara’ inviata anche ad Ama.

Le segnalazioni non avranno solo un valore informativo ma anche il valore giuridico di diffida collettiva ad Ama e all’amministrazione comunale per l’inadempimento contrattuale, cosi’ rendendo possibile anche chiedere un rimborso della Tari in ragione dell’inadempimento o la riduzione della quota che il cittadino non ha ancora pagato.

La piattaforma non servira’ quindi solo a segnalare ma anche a raccogliere prove fotografiche dei disservizi. “L’osservatorio sta producendo dei risultati tangibili e per questo oggi presentiamo ‘Sgamotto’, una piattaforma attraverso la quale i cittadini possono dare un contributo attivo, denunciando il disservizio ma anche creando un momento di riflessione. Non dobbiamo abituarci a questo schifo, dobbiamo riflettere e cercare soluzioni”, conclude Luigi di Paola, presidente della commissione Ambiente dell’VIII municipio.

+Presentato per l’occasione anche il progetto ‘Centro del Riuso’, sviluppato dal Gruppo Riuso al fine di aprire nel municipio un posto dove esercitare attivamente il processo di economia circolare, attraverso attivita’ didattiche ed educative, laboratori creativi ma soprattutto riparare e restaurare oggetti altrimenti destinati alla discarica.