Quantcast

Municipio X, M5S: nuovo esposto, spiagge non sono merce di scambio

Roma – “Continua la nostra battaglia per la legalità: dopo il primo esposto a Corte dei Conti e Procura per la sospensiva dei bandi di gara per l’affidamento delle concessioni demaniali marittime scadute nel 2020, abbiamo provveduto a integrarlo con un secondo esposto a seguito dell’annullamento dei bandi stessi.”

“Questo sottoscritto anche dalla ex Sindaca di Roma Virginia Raggi e dai consiglieri capitolini Linda Meleo e Paolo Ferrara, quest’ultimo già firmatario del primo esposto.”

“Il Pd, sostituendosi al Tar Lazio e andando contro il chiaro parere dell’Avvocatura Capitolina sulla legittimità dei bandi, ha di fatto esposto l’Amministrazione a ricorsi configurandosi un profilo di responsabilità.”

“Il litorale romano è stato per molto tempo al centro delle cronache giudiziarie, ma il M5S ha avuto il coraggio, durante la sua consiliatura nel Municipio X, di mettere ordine, ripristinare la legalità e riconsegnare le spiagge libere ai cittadini.”

“Siamo stati i primi in Italia a mettere a bando le concessioni demaniali marittime scadute con una regolare gara pubblica nel rispetto delle norme, che è giunta a conclusione con la pubblicazione della graduatoria dei nuovi potenziali gestori in attesa di assegnazione definitiva.”

“La nostra non è una battaglia contro qualcuno o qualcosa, ma è senso di responsabilità nei confronti dei nostri concittadini, del bene comune e della legge: per questo non permetteremo a nessuno che le spiagge diventino merce di scambio per illeciti e consensi elettorali”. Così in una nota i consiglieri del gruppo M5S nel X Municipio, Alessandro Ieva, Giuliana Di Pillo e Silvia Paoletti. (Agenzia Dire)