Quantcast

Municipio X, M5S: Pd boccia mozione su racket case popolari

Roma – “La bocciatura della mozione anti-racket presentata dal M5S da parte della maggioranza dem nel Municipio X ha del clamoroso. Il Partito Democratico abbandona al proprio destino i cittadini che denunciano il racket delle case popolari e li lascia totalmente in balìa dei soprusi della malavita.”

“Un comportamento gravissimo, soprattutto alla luce del fatto che non esistono motivazioni concrete per opporsi a un atto che si pone, come unica finalità, quella di tutelare i romani che, con coraggio e dignità, decidono di ribellarsi a un business criminale e totalmente lesivo dei più elementari diritti civili e sociali.”

“Le altre opposizioni hanno addirittura dichiarato che tale racket, di cui riconoscono quindi l’esistenza, è imputabile alla mancanza di alloggi. Parole estremamente pericolose che andrebbero condannate con forza da tutti gli schieramenti politici a salvaguardia di quel concetto di legalità spesso bistrattato nei fatti, da chi se ne professa il paladino.”

“La bocciatura della mozione anti-racket da parte del Municipio X segue quella, sempre da parte del Pd, dei Municipi IV, IX e XIII. Sarebbe ora che il Partito Democratico dica, una volta per tutta, da che parte intende stare: quella della legalità o quella di chi non perde occasione per disprezzarla e calpestarla.”

“Martedì 22 marzo, giorno in cui porteremo la mozione all’attenzione del Municipio XV, potrebbe essere un inizio. Il tempo delle ambiguità finisca una volta per tutte, i cittadini meritano rispetto”. Così in un comunicato il consigliere capitolino M5S Paolo Ferrara e la consigliera del Municipio X M5S Giuliana Di Pillo. (Agenzia Dire)