Quantcast

Municipio XI, Lanzi: lunghissimo lavoro, priorità scuola e sociale

Roma – Gianluca Lanzi è il nuovo presidente dell’XI Municipio di Roma. Dopo una corsa lunghissima iniziata all’inizio del 2019 con la sfiducia nei confronti dell’allora minisindaco M5S, Mario Torelli, con le primarie del centrosinistra celebrate dopo pochi mesi che lo avevano incoronato candidato di coalizione e le elezioni rimandate per oltre due anni, Lanzi ha sconfitto il centrodestra di Daniele Catalano con un netto 59,46% a 40,54%.

Ribaltato il risultato del primo turno, che aveva visto il secondo chiudere avanti di un’incollatura (35,31% a 34,99%, 20.407 voti a 20.227), Lanzi ha conquistato oltre 8mila preferenze in più rispetto a due settimane fa (28.691), mentre Catalano non è riuscito a confermare il bottino precedente, perdendo anzi quasi mille voti (19.559).

“Un lavoro lunghissimo partito dopo la sfiducia dell’aprile 2019, nell’autunno di quell’anno si sono tenute le primarie in vista delle elezioni anticipate che poi non si sono svolte a causa della pandemia: dopo due anni finalmente il nostro Municipio torna ad avere degli organi politici in carica, e anche fortemente rinnovati”, è il commento di Lanzi all’agenzia Dire.

Insieme a lui “in maggioranza ci saranno 8 donne e 7 uomini, e questo è merito del lavoro di rinnovamento portato avanti e della partecipazione alla nostra campagna di figure importanti di entrambi generi. Ora aspettiamo gli adempimenti formali, ma io da stamattina sono di nuovo in giro partendo dal mio quartiere, Magliana, e poi da domani sarò al Trullo, a Portuense e a Marconi per incontrare cittadini, associazioni, commercianti e tutti coloro che ci hanno sostenuto per confermare gli impegni presi volti a migliorare la vita del territorio e delle persone”.

Per Lanzi “il primo impegno sarà sicuramente la verifica e l’analisi degli immobili e degli edifici scolastici per capire la situazione dal punto di vista della manutenzione e gli interventi da fare, perché vogliamo subito programmare in base ai fondi a disposizione in questo scampolo di 2021 partendo dagli interventi più ingenti: quello dove i nostri figli passano la loro infanzia deve essere un luogo sicuro e bello”.

Poi, ha sottolineato il neominisindaco, “affronteremo subito l’emergenza della realizzazione di un Piano freddo municipale per assistere i senza fissa dimora nel periodo invernale, un Piano che vogliamo subito attivo visto che le elezioni si sono tenute in un periodo diverso dal solito e ora questa è una vera e propria urgenza”.

Infine ci sarà da “riprendere tutti gli iter amministrativi interrotti e portarli a compimento, con un’attenzione speciale ai fondi per il sociale che, non essendo ancora entrati in carica, non sappiamo a che punto sono: vogliamo capire immediatamente se tutti i servizi che il Municipio deve garantire sono coperti”. (Agenzia Dire)