Nanni: piano Tpl Prenestino-Collatino va rivisto

Più informazioni su

Roma – “In questi giorni mi sono arrivate numerose segnalazioni da parte di cittadini, residenti o che lavorano a Roma Est, contrari al nuovo piano di trasporto pubblico locale che andra’ in vigore da lunedi’ 28 settembre e che vedra’ coinvolti molte zone del VI Municipio”. Cosi’ in una nota Dario Nanni, consigliere del VI Municipio.

“Un piano- prosegue Nanni- che penalizza gli abitanti del versante Prenestino-Collatino e che non aiuta il collegamento radiale tra Roma est e la metro C, sulla Via Casilina.”

“Tra le tante cose da rivedere ne ricordo alcune: ripristinare il percorso del 555 con il capolinea a Grotte Celoni, che con il nuovo piano trasporta i cittadini verso Pantano allontanandoli invece che avvicinarli alla citta’; realizzare il capolinea dello 055 davanti la stazione FSI di Ponte di Nona, incentivando l’utilizzo di quella infrastruttura; collegare direttamente con lo 045 Villaggio Prenestino alla alla stazione Metro C di Via Rocca Cencia, come era previsto; collegare direttamente il versante est con il Policlinico e l’Universita’ di Tor Vergata, considerando la presenza di migliaia di studenti che vivono in quei quartieri, nelle residenze universitarie di Ponte di Nona e nei quartieri periferici della Via Casilina.”

“Colgo l’occasione per ricordare la grave situazione della metro C che da almeno tre anni ha superato iogni limite rispetto al numero di viaggiatori trasportati e che quindi andrebbe potenziata aumentando il numero di corse. Ricordo infine che negli ultimi 15 anni la popolazione a Roma Est e’ aumentata di oltre 30mila persone e che quindi i servizi pubblici andrebbero ricalibrati e potenziati anche in base a questi dati demografici.”

“A questo punto conclude Nanni chiedero’ la convocazione urgente della commissione mobilita’ anche per dare la possibilita’ a comitati e cittadini di esprimere le proprie ragioni, che sono quelle di chi ogni giorno ha a che fare con le criticita’ del trasporto e anche perche’ a dispetto di quanto sempre affermato dai 5 Stelle, gli stessi non sono stati neanche ascoltati e in quelle rare occasioni in cui hanno potuto dire cio’ che pensavano non sono stati presi in considerazione”.

Più informazioni su