RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Nanni: visti disagi metro chiederemo i rimborsi per forti ritardi

Roma – “Anche oggi, come ieri, come l’altro ieri e come accade ormai da mesi, la rete metropolitana di Roma ha provocato disagi e forti ritardi per i cittadini romani”. Cosi’ in una nota Dario Nanni, coordinatore di Roma e provincia di Italia in Comune. “E’ davvero surreale- prosegue nella nota Dario Nanni- quello che sta accadendo nella Capitale d’Italia, con stazione della metropolitana chiuse da quasi 6 mesi come Repubblica, o chiuse per diverso tempo come Barberini e Piazza di Spagna, che fanno della linea A una sorta di Mini Tav che da Stazione Termini si ferma direttamente a Piazzale Flaminio”.

“E poi i disagi alla Stazione Anagnina -prosegue la nota- il piu’ grande capolinea della rete delle metropolitana dove quotidianamente si riversano i cittadini di Roma Sud e dei Castelli Romani. E poi ancora i pezzi di ricambio delle scale mobili che non si trovano, neanche fossero quelli della prima scala mobile inaugurata a New York nel 1893. A tutto cio’ si somma il disagio di oggi sulla metro C, i cui passeggeri sono costretti a scendere ad Alessandrino e a Grotteceloni per continuare il loro percorso, in pratica e’ come prendere tre treni per percorrere pochi km”.

“A questo punto- conclude Nanni- visti i ritardi e i disagi a cui vanno incontro i malcapitati che pensano di prendere una metropolitana e si ritrovano su un treno regionale, invito l’Amministrazione Comunale a prendere in considerazione l’ipotesi di rimborsarli cosi’ come accade in caso di ritardo orario dei treni”.