Quantcast

Omceo Roma: condivisibile scelta chiudere 31 Comuni frusinate

Roma – “Condivido gli interventi di chiusura delle scuole nelle zone rosse, che tentano in maniera puntiforme di bloccare la possibile diffusione del virus”. Risponde cosi’ il vicepresidente dell’Ordine dei medici di Roma, Stefano De Lillo, interpellato dall’agenzia Dire in merito alla possibile chiusura delle scuole di ogni ordine e grado in 31 comuni della provincia di Frosinone a causa della presenza di diversi casi di variante inglese e brasiliana del Covid-19.

“Certamente siamo in una fase di recrudescenza della diffusione del virus abbinata al momento della vaccinazione- ha proseguito De Lillo- per cui in questo momento e’ opportuna tanta attenzione”.

Intanto il presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini, ha dichiarato che la variante inglese “pare essere quasi un nuovo virus”. È d’accordo? “In realta’ non ci sono differenze nell’essenza del virus: il Covid e’ il Covid- ha risposto De Lillo alla Dire- Ora con le armi che abbiamo iniziato a conoscere dobbiamo affrontarlo cercando, in particolare, di stimolare al massimo la vaccinazione”.

Tra marzo ed aprile, ha quindi ricordato De Lillo, ci saranno “tante dosi di vaccino disponibili, che vanno pero’ inoculate immediatamente, anche perche’ si sta vedendo che gia’ dalla prima dose c’e’ un altissimo effetto protettivo, che impedisce poi di fatto le forme gravi e l’ospedalizzazione”, ha concluso.