Quantcast

Omceo Roma: mancano vaccini, medici medicina generale hanno difficoltà con campagna

Roma – “I medici di famiglia sono pronti per vaccinare su larga scala e aspettano che arrivino le dosi sufficienti nei loro studi e magari anche presso gli ambulatori pubblici delle Asl”. Lo ha detto Antonio Magi, presidente dell’Ordine dei medici di Roma, e intervistato da ‘Gli inascoltabili’, trasmissione in onda su Nsl radio.

“Loro vorrebbero potere rispondere a tutte le richieste dei pazienti- ha spiegato- ma il problema è che in questa fase sono talmente poche le dosi che hanno a disposizione che per organizzare devono essere certi di avere vaccini a sufficienza. E non è così. Nel Lazio, con i tanti hub che ci sono, la maggior parte delle consegne va in quella direzione”.

“A livello epidemiologico- ha aggiunto poi Magi- stiamo andando molto bene. Speriamo che i vaccini promessi arrivino in modo di arrivare entro settembre a una copertura di gregge tale da far ripartire la stagione scolastica in tranquillità”.

“In questo momento tutti, anche gli operatori sanitari che si sono vaccinati all’inizio, hanno ancora la copertura. Se ci sono dei casi di contagio, si parla di immunodepressi o con particolari patologie. Il 99% delle persone infatti ha ancora la copertura.”

“Ma bisogna iniziare a pensare- ha concluso il presidente dell’Omceo Roma- visto che la sperimentazione parla di una copertura media di 6 mesi, di fare un richiamo di terza dose di vaccino, soprattutto agli operatori sanitari”.