Omceo Roma: studenti in piazza hanno ragione, necessaria sicurezza

Roma – “Non posso che essere d’accordo con gli studenti, che chiedono giustamente un rientro a scuola in sicurezza, in un momento in cui i contagi stanno peraltro aumentando”. Commenta cosi’ il presidente dell’Ordine dei medici di Roma, Antonio Magi, interpellato dall’agenzia Dire in merito alla mobilitazione degli studenti di oltre cento istituti scolastici di Roma e del Lazio, in corso oggi.

“Questo e’ un problema che va tenuto in considerazione- ha proseguito Magi- per quanto mi riguarda, finche’ non avremo una curva dei contagi che ci dia un’indicazione ben chiara, avrei rimandato l’apertura delle scuole a febbraio”. Secondo Magi, gli studenti sono “i primi a voler essere sicuri e a voler stare tranquilli, quindi e’ giusto che chiedano certezze”.

Per il presidente dell’Omceo Roma “in alcune scuole del Lazio la sicurezza e’ garantita, mentre in altre meno”, quindi e’ necessario “eliminare le disuguaglianze e rendere la situazione omogenea. Non possono esserci- ha sottolineato- diversi sistemi di organizzazione tra istituto e istituto e tra territorio e territorio”.

Magi e’ tornato infine a ribadire che il problema ‘sicurezza’ non riguarda solo “quello che accade dentro le scuole, ma anche e soprattutto quello che ruota fuori, in primis con i mezzo di trasporto”, ha concluso.