Onorati: voucher per dare in agricoltura alternativa a chi è in Cassa Integrazione

Roma – “Ci sono comparti che fanno fatica a trovare risorse umane, e ci sono invece situazioni ferme. Io sono favorevole a un voucher di tipo ‘covid 19′ che crei un’alternativa per chi ha la cassa integrazione e non deve restare immobile ma puo’ rendersi utile, come maestranza generica, a comparti che non si sono fermati”. Lo ha detto l’assessore all’Agricoltura della Regione Lazio, Enrica Onorati, in una audizione alla commissione competente della Pisana.

“Diamo vitalita’ a chi quella cassa integrazione non se la vedra’ cessare a maggio o giugno, quando la sua azienda riaprira’ perche’ non verra’ richiamato subito, offrendogli la possibilita’ nei settori del comparto agricolo o agricolo-alimentare di aiutarsi in termini economici ma anche sociali, reintroducendosi e mettendosi in gioco. In tanti aprirebbero a questo strumento, fatto in maniera smart- ha aggiunto- Si risolverebbe un problema alle imprese, dando uno strumento agevole, e anche a chi da mesi si trova fermo in casa”.

Inoltre “vedo bene anche il fatto che nel dl di aprile si parla di affrontare il tema dell’occupazione attraverso i progetti di reddito di cittadinanza gestiti dagli enti locali. Se perseguibili ci trovera’ favorevoli perche’ e’ un’altra modalita’ offerta dall’agricoltura che ha anche quella funzione sociali e di un sistema che puo’ reggere”. Nonostante anche in questo settore ci saranno delle aziende che non riapriranno: “Come per l’artigianato, il commercio, il turismo e la manifattura, anche per noi ci sara’ chi non riaprira’ e non ce la fara’- ha concluso Onorati- È un fatto insito in un momento storico come questo”