Quantcast

Ordine Architetti Roma: ripensare città dopo Covid

Roma – Ripensare e vivere nel III Millennio dopo il Covid-19. E’ il tema del webinar ‘Ascoltare l’architettura. Un cambio di prospettiva, quale Roma?’ che si e’ tenuto questo pomeriggio e organizzato dall’Ordine degli Architetti di Roma e provincia.

Obiettivo dell’incontro: mettere a confronto studiosi, architetti, uomini di cultura e imprenditori per ragionare insieme su come l’architettura possa essere un volano per lo sviluppo della citta’, all’indomani dei grandi mutamenti sociali, economici e sanitari dell’ultimo anno. È quanto si legge in una nota dell’Ordine.

“Incontri come questo- ha detto Luca Ribichini, presidente della commissione Cultura Casa dell’Architettura dell’Ordine- risultano necessari per immaginare nuovi scenari e avere nuove prospettive per la Capitale d’Italia, un ruolo da costruire che apre il III millennio”.

Oltre alle parole di Giovanni Maria Flick, presidente emerito della Corte Costituzionale, Francesco Cellini, presidente Accademia Nazionale di San Luca, e di Giacomo Marramao, professore emerito Universita’ Roma Tre e membro del Colle’ge International de Philosophie, Parigi, c’e’ stato anche l’intervento di Francesco Rutelli, presidente Anica e autore del libro ‘Tutte le strade partono da Roma’: “Famiglie, giovani, anziani- ha detto Rutelli- faticano a vivere mantenendo le distanze in complessi residenziali senza luce, senza verde, senza spazi, mentre milioni di metri cubi direzionali rimangono vuoti e vecchi capannoni abbandonati. È urgente il ritorno dell’architettura, di progetti concreti discussi nei quartieri con la cittadinanza. Cosi’ e’ tempo di declinare sostenibilita’ ed ecologia, in una citta’ non prigioniera dei tweet”.