Quantcast

Ospedale San Giacomo, sit-in Fdi: riapriamolo subito

Roma – Fdi scende in campo per la riapertura dell’ospedale San Giacomo di Roma, l’ex nosocomio collocato in un edificio storico nel cuore del Tridente del centro storico della Capitale. Questo pomeriggio un gruppo di rappresentanti e militanti del partito ha inscenato un sit-in davanti alla struttura, attaccando alle porte cartelli con la scritta “Riapriamo il San Giacomo”. Il gruppo era guidato dal vicepresidente del Senato, Fabio Rampelli, e dal capogruppo in Assemblea Capitolina, Andrea De Priamo.

“Dobbiamo subito riaprire il San Giacomo. Senza perdere alro tempo. E poi anche il Forlanini” ha detto Rampelli. “Il Consiglio di Stato- ha quindi spiegato il vicepresidente del Senato- praticamente sancisce questo principio e quindi la Regione Lazio capitanata da Zingaretti, piuttosto che dedicarsi ai traffici strani di mascherine e alle assunzioni taroccate attraverso ‘concorsopoli’, dovrebbe dedicarsi alla riapertura di questo ospedale che e’ stato per tanti decenni un gioiello”.

“Tanto e’ vero- ha aggiunto Rampelli- che prima di essere chiuso, paradossalmente, il San Giacomo acquisto’ macchinari avveniristici da collocare esattamente qui dentro ma subito dopo, clamorosamente, si decise di valorizzare in maniera non meglio definita questa struttura che adesso e’ nel degrado.”

“Questo immobile e’ stato quindi svuotato di tutte le professionalita’ e dei macchinari che, solo in parte, sono rimasti all’interno. Mentre in parte sono stati trasferiti. Sono ormai passati anni e siamo in queste condizioni davvero penose. Inoltre c’e’ il tema del centro storico di Roma che noi vogliamo abitato dai residenti e non dalle finanziarie, dai grandi marchi e dalle multinazionali”.

“Noi consiglieri comunali- ha aggiunto De Priamo- sentiamo molto il tema del San Giacomo come struttuta legata alla nostra visione del centro storico, che e’ stato desertificato. Il centro e’ deserto e i residenti ci segnalano spesso il tema della sicurezza urbana. Il San Giacomo era uno ospedale storico e un’eccellenza, ma allo stesso tempo era un presidio per questo territorio”. Al sit in erano anche presenti, tra gli altri, il consigliere comunale Francesco Figliomeni, il deputato Federico Mollicone e Stefano Tozzi,. capogruppo di Fdi I Municipio.