Pacetti (M5S): Roma, sanificati 730 asili-nido

Roma – Il capogruppo del M5s in Campidoglio, Giulano Pacetti, ha rilasciato alcune dichiarazioni attraverso Facebook.

“Roma fa la sua parte per contrastare la diffusione del Coronavirus. Abbiamo subito avviato operazioni di sanificazione delle scuole, delle strade, dei cassonetti e dei mezzi pubblici, sono state sanificate anche le stazioni metro e le pensiline. Per capire la portata degli interventi ecco un po’ di numeri: sono stati sanificati 212 asili nido capitolini e 318 scuole dell’infanzia capitoline, più 200 nidi in convenzione, in concessione e in finanza di progetto, 400 mezzi di trasporto scolastico e 500 mense”.

“Per quanto riguarda Atac le operazioni di pulizia straordinaria sono iniziate già dal 25 febbraio e hanno coinvolto circa 1.500 mezzi di superficie e oltre 110 treni di metro e ferrovie, gli ambienti interni delle 120 stazioni metroferroviarie, per un totale di circa 500 mila metri quadri di superfici e 700 tornelli di accesso- aggiunge- Lo stesso e’ avvenuto per i cassonetti: in tutta la città la scorsa settimana grazie alle autobotti Ama aveva già provveduto a sanificare 16mila cassonetti, un impegno preso anche per gli ospedali. Un servizio importantissimo in un momento come questo. Da venerdì e fino al 25 marzo abbiamo chiuso le ville storiche, le aree giochi e i parchi pubblici recintati di Roma, abbiamo rimodulato l’offerta di servizio di trasporto pubblico e fatto in modo che il lavoro agile diventasse una modalità ordinaria di lavoro fino a cessata emergenza per tutti i dipendenti capitolini che possono svolgere le loro mansioni anche da casa”. “Fino al 3 aprile i varchi della Zona a traffico limitato del Centro storico, del Tridente e di Trastevere saranno spenti per tutto il giorno, tranne nei finesettimana per controllare gli ingressi notturni- conclude Pacetti- La Polizia Locale e’ in strada giorno e notte per fare controlli a tappeto. Siamo tutti chiamati al rispetto delle regole per il contenimento del contagio. Facciamo tutti la nostra parte. Restiamo a casa e #Andra’TuttoBene”.