RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Palombo: Buche a Roma, i rattoppi durano 3 giorni

"Considerando che da 2 anni la giunta Raggi non fa manutenzioni stradali, verrebbe da chiedere che fine ha fatto l'operazione #StradeNuove. E soprattutto #stradenuovequando".

Più informazioni su

Roma – Marco Palumbo, Presidente della commissione trasparenza, ha rilasciato in una nota alcune dichiarazioni

“Il cosiddetto ‘piano Marshall’ per tappare le buche della Capitale costa all’amministrazione capitolina 17 milioni di euro. Gli interventi effettuati durano meno di tre giorni. Un fiume di denaro inghiottito dalle buche mentre Roma e’ sempre più in emergenza. Automobilisti, motociclisti e ciclisti sempre più costretti a ricorrere alle cure dei pronti soccorso e quando va bene a fare i conti dei danni”.

“Come e’ possibile tutto ciò? Quali materiali sono stati usati? La trasmissione televisiva ‘Carta Bianca’ la settimana scorsa ha rivelato che i rimedi adottati per la manutenzione delle strade di Roma sono solo un palliativo di poche ore. Nel servizio televisivo e’ stato evidenziato come in commercio siano presenti materiali più resistenti e soprattutto più duraturi. Che invece l’amministrazione comunale sembra ignorare”.

Fondi sperperati inutilmente

“Il II Municipio per ovviare ad una situazione sempre più grave e pericolosa ha sottoscritto un protocollo d’intesa con un’associazione di volontari che intervengono per mettere in sicurezza le strade. Sperperare fondi già esigui per interventi destinati a durare una manciata di ore e’ da irresponsabili. Ed e’ ancor più da incoscienti non intervenire immediatamente su situazioni di pericolo per l’incolumità pubblica come quelle registrate ad esempio su via Salaria”.

“Considerando che da 2 anni la giunta Raggi non fa manutenzioni stradali, verrebbe da chiedere che fine ha fatto l’operazione #StradeNuove. E soprattutto #stradenuovequando. Come Presidente della Commissione Trasparenza difronte al pericolo rappresentato dalla rete viaria della Capitale e all’utilizzo sproporzionato di fondi pubblici per lavori ed interventi del tutto inefficaci ho convocato la commissione trasparenza per lunedì 16 marzo alle ore 11.30. Per conoscere atti, criteri di affidamento, capitolati e materiali usati dalle ditte appaltatrici”.

Più informazioni su