RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Palumbo: da due anni parco don Cadmo Biavati lasciato a degrado

Di seguito le dichiarazioni di Marco Palumbo, presidente della commissione capitolina Trasparenza. "Da ormai almeno due anni il parco don Cadmo Biavati, in via delle Palme a Centocelle, è abbandonato al completo degrado. Panchine divelte.

Palumbo: preoccupazione riguarda tutta manutenzione verde capitolino

Roma – Di seguito le dichiarazioni di Marco Palumbo, presidente della commissione capitolina Trasparenza. “Da ormai almeno due anni il parco don Cadmo Biavati, in via delle Palme a Centocelle, è abbandonato al completo degrado. Panchine divelte. Lampioni e giostre per bambini rotte. Recinzioni mancanti mai sostituite. Cassonetti stracolmi di rifiuti. Pèavimentazione sconnessa e ultimamente erba alta, spaccio e bivacco di ogni genere. Nel corso della commissione Trasparenza convocata questa mattina anche in seguito alle denunce dei cittadini, i rappresentanti del municipio e dell’amministrazione comunale erano assenti – marcando in questo modo un profondo disinteresse verso le problematiche del territorio -. Mentre gli uffici predisposti alla manutenzione del verde hanno fatto sapere che al momento non sono in programma a breve termine interventi di riqualificazione di questa area verde”.

“La preoccupazione – aggiunge Palumbo – non riguarda soltanto l’incerto destino di questo parco, bensì tutta la manutenzione del verde capitolino relativamente alla quale da parte dell’amministrazione Raggi pervengono solo risposte non risolutive. A quanto riferiscono gli uffici, infatti, molti bandi per il verde non si sono conclusi. Altri sono andati deserti. I fondi non sono sufficienti e la programmazione è del tutto assente. Si lavora solo ed esclusivamente sulle emergenze. Al di là delle obiettive difficoltà della Capitale, mi chiedo come facciano le altre città italiane a bandire regolarmente gare per la manutenzione del verde, ad aggiudicarle e a garantire un decoro urbano anche nelle zone più periferiche”.