Quantcast

Palumbo-Lanzi: per riqualificazione Forte Portuense ferma?

Roma – Questa la nota del Presidente della commissione Trasparenza Marco Palumbo e del segretario Pd del municipio XI, Gianluca Lanzi. “L’iter per l’acquisizione del Forte Portuense nella proprieta’ del Comune di Roma e’ fermo dal 2017. Come pure e’ fermo il progetto di riqualificazione che restituirebbe questo spazio alla cittadinanza.”

“Questo e’ quanto abbiamo appreso stamattina nel corso della seduta di Commissione Trasparenza che si e’ svolta sull’argomento, dove erano irresponsabilmente assenti gli assessori competenti a dare risposte e delucidazioni.”

Continuano Palumbo e Lanzi: “Il Forte Portuense rientra tra gli immobili di proprieta’ del Ministero della Difesa che possono essere trasferiti agli enti locali che ne fanno richiesta, ai sensi del c.d. “Federalismo culturale”. La loro acquisizione consentirebbe di recuperare spazi per la collettivita’, dove realizzare piazze, servizi e luoghi di cultura e aggregazione.”

“Nel 2017 Zetema ha presentato al Dipartimento SIMU, che l’aveva commissionato stanziando anche 4,5 milioni di euro per l’intervento, il progetto definitivo di riqualificazione e recupero del Forte ed e’ stata avviata la Conferenza dei servizi. Da quel momento, l’iter e’ fermo e questa mattina non e’ stato possibile cogliere l’intenzione politica dell’attuale amministrazione riguardo alla riqualificazione e all’acquisizione di questo immobile.”

“La Commissione Trasparenza proporra’ di riconvocare una seduta sul tema congiunta con le commissioni competenti. Ci auguriamo che, al piu’ tardi in quella sede, la Giunta Capitolina voglia chiarire i suoi obiettivi e indirizzi e speriamo che ogni eventuale idea di destinazione d’uso del Forte Portuense sia ampiamente discussa con la cittadinanza per cogliere le reali necessita’ e richieste del territorio in cui sorge”, hanno concluso Palumbo e Lanzi.