RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Palumbo (PD): Acqua Tevere potabile? Idea che lascia perplessi

Roma – “L’idea di rendere l’acqua del Tevere potabile ci lascia perplessi sia dal punto di vista dell’opportunita’ politica di tale operazione, sia per quanto riguarda l’iter amministrativo percorso finora. Non sara’ che dietro questo fulmine a ciel sereno l’amministrazione Raggi abbia tralasciato qualche passaggio? La fretta dell’operazione ci appare quantomeno controcorrente rispetto a tutte le altre procedure che il Campidoglio sta gestendo, dai bandi per la manutenzione stradale a quelli per il verde pubblico. Per questo, convochero’ una commissione Trasparenza per far luce sui vari passaggi di questa impresa”.

Lo dichiara in una nota il presidente della commissione capitolina Trasparenza Marco Palumbo. “Dal punto di vista politico- prosegue Palumbo- dopo le pecore tosaerba e le api per il controllo dello smog, certo la giunta Raggi non poteva farsi mancare l’annuncio dell’acqua del Tevere potabile. Bene che Roma sia autosufficiente dal punto di vista idrico, ma a questo punto, non sarebbe meglio investire risorse per ridurre le perdite delle condutture della citta’? Ammodernare l’attuale rete idrica e’ peraltro un’operazione in ogni caso necessaria. Portando avanti anche l’iter per rendere potabile l’acqua del Tevere il Campidoglio si ritroverebbe quindi a spendere il doppio delle risorse. Conviene?”