Pandolfi (Municipio XX) su vicenda vigili urbani

Più informazioni su

    Municipio XX contro l’Ordinanza emanata a seguito dell’inchiesta su corruzione di alcuni vigili urbani
    Giuliano Pandolfi: “Solidarietà a quanti svolgono il loro lavoro con professionalità e dedizione. Sistema di rotazione e divisa obbligatoria, provvedimenti inutili e dannosi”

    La Procura di Roma ha aperto un’inchiesta su 5 vigili urbani del I Gruppo (Centro storico) per presunte tangenti chieste a un imprenditore della ristorazione. Per evitare di incorrere in future situazioni analoghe, il comandante della Polizia municipale di Roma, Angelo Giuliani, in accordo con il Sindaco di Roma, Gianni Alemanno, ha proposto di istituzionalizzare un sistema di rotazione che coinvolga tutti gli agenti e di rendere obbligatorio indossare la divisa per tutti gli agenti in
    servizio.

    Si tratta di un provvedimento che ha, però, generato numerosi dissensi in quanto considerato non risolutivo per il problema e, addirittura, negativo per il lavoro dei vigili urbani.

    “Se applicato, il sistema della rotazione depaupererebbe di professionalità quei servizi che normalmente richiedono una forte conoscenza del territorio, conoscenza maturata da anni di esperienza sul campo, come ad esempio per la Polizia edilizia o la Polizia amministrativa, il cui lavoro risulterebbe danneggiato dal continuo avvicendamento di agenti sempre diversi. – Ha dichiarato Giuliano Pandolfi, Consigliere del XX Municipio – In questi giorni, parlando con alcuni agenti del XX Gruppo, è
    emersa una forte preoccupazione da parte loro, che in seguito alla vicenda potesse essere messa in discussione la loro professionalità. Io vorrei esprimere la mia solidarietà e vicinanza a quanti svolgono il loro lavoro con professionalità e dedizione, tra mille difficoltà e poco hanno a che vedere con qualche mela marcia. Inoltre, sono assolutamente contrario al rendere obbligatoria la divisa per tutti gli agenti. Si tratta di una decisione poco ponderata, il cui obiettivo è quello di
    rilanciare il Corpo dopo lo scandalo. Per rilanciare l’immagine del Corpo si deve, piuttosto, attribuire più mezzi e risorse. Mi sembra che ultimamente il Comandante de Corpo ed il Sindaco, non ne azzecchino una, a cominciare per quanto riguarda il XX Municipio, dall’allontanamento del Dottor Bracci dalla guida del XX Gruppo.”

    Più informazioni su