RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Parisi: se romani desiderano modernizzare Tpl votino “Sì” a referendum

Roma – “Se i romani non ne possono piu’ di aspettare mezz’ora alla fermata del tram, non ne possono piu’ della metro allagata e chiusa quando piove, degli autobus che vanno a fuoco, l’11 novembre, al referendum sul trasporto pubblico a Roma, votiamo Si’!”. Cosi’ il segretario nazionale di Energie PER l’Italia, Stefano Parisi, in una serie di video pubblicati oggi su Facebook con l’hashtag #BastAtac.

“Vogliamo continuare ad avere una Pa inefficiente che gestisce il servizio di trasporto senza controlli su qualita’ e costi per i cittadini? Oppure vogliamo dare in concessione con una gara i servizi, con il concessionario- pubblico o privato- sottoposto a un vero controllo di gestione, con precisi obiettivi di sviluppo e di miglioramento del servizio? Se ai romani piace Atac cosi’ com’e’, votino pure No”.

“Se invece vogliamo modernizzare il servizio dei trasporti a Roma allora occorre votare SI’. SI’ per avere un sistema di trasporto che garantisca la qualita’ della vita di chi lavora e di chi vive a Roma”, conclude Parisi che oggi pomeriggio alle 18.00 partecipera’ al dibattito sulle ragioni del Si’ e del NO con Stefano Fassina.