Quantcast

‘Patto di Comunità’, in un libro la politica secondo Sabrina Alfonsi

Roma – Martedì 7 settembre alle ore 18.30, presso Borri Books alla stazione Termini, verrà presentato il libro “Patto di Comunità” di Sabrina Alfonsi e a cura di Valeria Scafetta, Edizioni Ponte Sisto, Roma 2021. Interverranno Marta Leonori, Consigliera della Regione Lazio, che apre il libro con la sua prefazione, Eugenia Romanelli, Direttrice di Rewriters Magazine, Valeria Scafetta, giornalista e curatrice del libro.

Modererà l’incontro Marina de Ganthuz Cubbe, giornalista. Letture dei testi a cura delle attrici Valentina Martino Ghiglia e Raffaella Appià. Il libro, ‘Patto di Comunità’, un diario e un vademecum di una vita insieme alla politica, intesa come impegno quotidiano al servizio degli altri. Patto di comunità è il metodo di governo del territorio del centro storico di Roma, sperimentato da Sabrina Alfonsi, da otto anni presidente del Primo Municipio.

Nato nel lungo periodo di governo del territorio, è la sintesi dentro la quale racchiudere la modalità con cui è stato gestito il cuore della città, anche nei periodi più difficili.

Il libro riporta, attraverso il racconto diretto delle esperienze da parte di chi le ha condotte, cosa ha significato: creare una rete tra associazioni e cittadini per non lasciare nessuno indietro; valorizzare i beni comuni; ricostruire un tessuto sociale. Fondamentale l’ottica di genere, chiave di lettura della realtà e di queste pagine.

Tra dubbi e valori, incertezze e successi, narrando in prima persona, Sabrina, donna, professionista, politica, madre, descrive come abbia costruito la sua strada e perché, ogni giorno, continui a sceglierla. Lo scopo è fare quanto possibile per il bene della sua della comunità e della sua amata Roma.

Non mancheranno le idee, sperimentate o suggerite, per restituire alla capitale la dignità e il ruolo che le spetta, con uno sguardo profondo verso le prospettive prossime e le avventure future. L’autrice, Sabrina Alfonsi, antropologa, coniuga il lavoro con la sua grande passione, da quando ha diciassette anni: la Politica.

Ha avuto uno studio di progettazione europea e si è occupata di iniziative rivolte all’integrazione lavorativa delle donne. Mai individualista, ama lavorare sempre in squadra, come quella con cui da otto anni governa il territorio del Primo Municipio. Amante della lettura, dell’aria aperta, dei piccoli borghi, ma soprattutto di questa città, per questo continuerà a impegnarsi in politica per il bene di Roma.

“Questo libro nasce dalla necessità di fissare e proporre alla città un metodo di governo nato in questi otto anni da Presidente del Primo Municipio, un governo fatto con le reti, con le associazioni, i comitati e i cittadini, per non lasciare nessuno indietro.”

“Ma nasce anche dalla volontà di raccontare e restituire a tutta la cittadinanza, non solo agli elettori, quanto fatto in questi anni. Un modo per presentarmi non solo con quello che farò, ma partendo soprattutto da quello che ho fatto.”

“Io credo nella replicabilità delle buone pratiche e in questi otto anni ho sperimentato come governare con un’ottica di genere, un’ottica di cura – non solo delle persone ma anche dei luoghi, degli spazi – sia la strada giusta per raggiungere una vera democrazia della cura. Questo racconto del Patto di Comunità e delle sinergie che ha sprigionato è la proposta e insieme la prova che siamo comunità solo se nessuno resta indietro”, spiega Alfonsi.