Quantcast

Pd, Alfonsi: malamovida, proposte Calenda non sostenibili

Roma, 7 set. – “Negli scorsi giorni il candidato di Azione, Carlo Calenda, ha reso nota la sua visione e le sue proposte per gestire ed eliminare la mala movida. Proposte indirizzate a sopprimere con forza il problema, ad esempio rafforzando il presidio serale delle Forze dell’ordine, senza però risolvere la mancanza da cui deriva: Roma non è una città a misura di cittadino”. Così in una nota Sabrina Alfonsi capolista del PD per l’Assemblea Capitolina.

“La risposta della politica al disagio- continua l’esponente del Pd- non può essere quella di reprimerlo, ma invece quella di trovare delle alternative sostenibili che amplifichino le possibilità di scelta serali di cittadini e cittadine, a partire dai più giovani. Le risposte da dare alla cittadinanza esistono o possono essere costruite.”

“Nella città di Roma vi è una ricchezza di realtà sociali che si attivano per la realizzazione di iniziative culturali serali come cinema, concerti, arte e poesia. Penso alla realtà del Cinema America, che ogni anno raccoglie a Piazza San Cosimato migliaia di giovani o ai cinema in piazza, ne è un esempio il cinema all’aperto di Piazza Vittorio, diventati negli anni iniziative sempre più frequentemente nei municipi romani”.

“Per risolvere il problema- conclude Alfonsi- è necessario un ripensamento della città di Roma che valorizzi gli spazi e i presidi culturali e migliori il sistema dei trasporti pubblici notturni, così da favorire spostamenti più rapidi. La città che costruiremo con Roberto Gualtieri sarà una città a misura di cittadino, che fornirà soluzioni concrete che consentiranno di vivere meglio gli spazi di Roma, sistema migliore per ridurre la malamovida”.