Quantcast

Pd, Argentin: ogni giorno Calenda cerca un nemico

Roma – “Ma perché nel nostro partito la sinistra fa così paura ? Quest’attacco continuo a Bettini e a tutti noi che crediamo in un PD rivolto alla comunità in cui ogni persona deve essere ascoltata e considerata in quanto soggetto del popolo è gratuito, il rispetto dei diritti fa parte di un saper vivere ed è un principio di rappresentanza che non deve e non può essere negato.”

“Calenda ogni giorno cerca un nemico per far campagna elettorale senza dar conto alla gente di un rispettoso ed adeguato modo di comunicare.”

“Due giorni fa Morassut, poi Bettini, insomma, colui che che si erge ad assere futuro sindaco di Roma non cerca la mediazione ma l’astio e l’aggressività sono le sue armi.”

“Io personalmente sono stata parte dell’assemblea costituente del PD e ciò che mi è stato subito chiaro è che nessuno di noi cercava di rivendicare un passato inadeguato ma la storia non può e non deve essere mai dimenticata.”

“Chiedo con umiltà ma determinazione a Calenda di fare una campagna meno ‘opaca’ e più trasparente, non si vince da soli ne tantomeno demonizzando gli altri”. Lo dichiara in una nota Ileana Argentin (Pd).