Quantcast

Pd: Calenda libero di autoescludersi da primarie

Roma – “Le primarie servono a coinvolgere tutte le romane e i romani del centrosinistra nelle scelte di una comunita’ politica e, da sempre, sono uno strumento di partecipazione fondamentale per i cittadini. Le autocandidature di leader nazionali, di alcuni partiti personali, servono solo a far crescere di qualche punto percentuale le loro liste nei sondaggi”. Lo dicono, in una nota congiunta, il senatore Bruno Astorre, segretario Pd Lazio, e Andrea Casu, segretario Pd Roma.

“Quindi crediamo- proseguono gli esponenti dem- che se Calenda sceglie di autoescludersi dalla coalizione del centrosinistra, per la corsa al Campidoglio, puo’ legittimamente farlo, ma la smetta di scaricare le sue decisioni sulla nostra comunita’ politica e sul segretario Enrico Letta oggi, e Zingaretti ieri”.

“Nel Pd stiamo lavorando per dare voce alla base del nostro partito e del centrosinistra, stiamo interloquendo da mesi con tutta la coalizione, per coinvolgere i cittadini e farli risentire finalmente parte di un progetto politico che faccia rinascere Roma- concludono- Questa e’ la strada che stiamo percorrendo e in cui crediamo. Calenda si senta libero di decidere qual e’ la sua di strada”.