Quantcast

Pd, Foschi: surreale cambiare nome Stadio Olimpico senza parere città

Roma – “Ho trovato abbastanza surreale il metodo usato per scegliere l’intitolazione dello Stadio Olimpico. Roma, nemmeno considerata e ascoltata, trattata come fosse una città coloniale e non la Capitale d’Italia.”

“Nel merito la proposta di intitolare lo stadio a un grande e importante calciatore, per quanto prestigioso, cancella e mette in secondo piano la storia di tanti altri campioni e campionesse di tante diverse discipline sportive che nei decenni, in questo stadio, hanno gareggiato. Perciò il nome più giusto per lo stadio è ‘Stadio Olimpico’”. Lo dichiara in una nota il vicesegretario del Pd Lazio, Enzo Foschi.