Pd: Raggi deve congelare il ‘Dopo Di Noi’

Roma – “Condividiamo non solo le preoccupazioni, ma anche le proposte di immediata correzione avanzate dalle consulte municipali, dalla consulta cittadina per la disabilita’, dalle realta’ associative e dalle famiglie relative alla Delibera di Giunta capitolina sulle Linee guida per il Dopo di noi nella Capitale. Il provvedimento infatti era atteso dal 2016 e non risponde alle aspettative di quanti vedono nel ‘Dopo di noi’ la realizzazione di un percorso di autonomia possibile. Giustamente dagli appelli di evidenziano le contraddizioni nel testo cosi’ come la totale assenza del coinvolgimento delle famiglie, oltre che ovviamente le mancate risposte sui vecchi progetti, la debolezza attuativa del modello organizzativo e il carico economico in capo alle famiglie stesse”. Cosi’ in una nota Giovanni Zannola, consigliere comunale Dem; Erica Battaglia della direzione regionale del Pd; gli Assessori alle politiche sociali dei Municipi VIII Alessandra Aluigi; i consiglieri municipali Caterina Boca del II, Claudia Pappata’ del IX, Daniela Cirulli del XII.

“Il mancato coinvolgimento delle consulte, delle associazioni e di tutte le forze politiche nelle sedi deputate, il ritardo di questi anni, la sperimentazione di un modello di compartecipazione oneroso per le famiglie, la nebulosa sulla nuova figura del ‘case manager’ e il ruolo della Fondazione Roma Solidale, i tempi allungati al punto che forse si possa vedere qualcosa all’inizio del prossimo anno sono poi i nostri interrogativi. Chiediamo alla Sindaca di congelare l’attuazione di un provvedimento che di fatto, data l’emergenza Covid, resta carta e di riaprire invece una discussione che aiuti ad arricchire il provvedimento gia’ deliberato”.