Pd: Raggi deve modificare ordinanza, serve piano regolatore orari

Roma – “Roma ha bisogno di un vero e proprio piano regolatore degli orari della citta’ che armonizzi gli orari dei servizi, dei trasporti, dei negozi con l’obiettivo della sicurezza e quindi del contenimento dei flussi di movimento ispirato ad una visione organica che consenta alla citta’ tutta di riaprire in sicurezza. Al contrario la sindaca procede per singole ordinanze senza prima ascoltare preventivamente tutti i soggetti a cui le ordinanze saranno applicate”. Cosi’, in una nota Andrea Casu segretario PD Roma e Titti Di Salvo segreteria responsabile Roma Produttiva PD Roma.

“In particolare, affinche’ la ripresa delle attivita’ commerciali nel territorio di Roma Capitale avvenga in piena sicurezza e in coerenza con le prescrizioni nazionali e regionali e’ opportuno che si trovi un punto di bilanciamento ed equilibrio che contemperi l’esigenza di garantire il piu’ possibile la sicurezza collettiva dei dei cittadini e dei lavoratori con la ripartenza del tessuto produttivo commerciale romano stremato dalle oggettive difficolta’ economiche dopo 2 mesi di chiusura.”

“L’ordinanza della sindaca- continua il comunicato- non raggiunge questi obiettivi e va modificata immediatamente ampliando gli orari degli esercizi commerciali, in particolare riguardo alla domenica e’ fondamentale consentire l’apertura delle attivita’ di vicinato prolungando l’orario di apertura. Il Gruppo PD Campidoglio ha gia’ depositato la proposta del Partito Democratico sul Distanziamento fisico burocrazia zero per le osp e stop a Cosap e Tari, se la Sindaca non modifichera’ immediatamente l’ordinanza anche per quanto riguarda gli orari- concludono- siamo pronti a mettere a disposizione della citta’ una proposta di modifica che risponda immediatamente alle drammatiche esigenze che cittadini e commercianti vivono sulla loro pelle.”