RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Pelonzi: decisioni poco trasparenti aumentano ‘maldipancia’ M5s

Più informazioni su

Antonigiulio Pelonzi

Antonigiulio Pelonzi

Roma  – Questa la nota di Antongiulio Pelonzi, consigliere del Partito democratico capitolino:

“I ‘maldipancia’ nei municipi governati dal M5S sono sempre più forti. Dopo la caduta del presidente Pace in VIII municipio e la mozione di sfiducia in dirittura d’arrivo in III contro la presidente Roberta Capoccioni una denuncia senza appello contro l’autoritarismo interno al M5S arriva anche da autorevoli esponenti grillini del XV. A denunciare l’assenza di democrazia interna, decisioni poco trasparenti, il trasformismo sancito con il nuovo statuto del movimento è stata la Consigliera e portavoce pentastellata in XV municipio Luisa Petruzzi. M5s è divenuto un partito in mano ad un capo politico che ne decide senza confronto, candidature e scelte, un partito targato Di Maio”
“La frase ‘uno vale uno’ – prosegue Pelonzi – tanto sbandierata è stata riposta nel cassetto dei ricordi. La democrazia digitale è andata a farsi benedire. A tutto questo si è aggiunta la ‘distanza mediatica’ di Grillo, strana decisione che avviene proprio in prossimità delle elezioni. La base del movimento che sperava di poter dire la sua, che pensava di contare qualcosa, ha ben capito che non è affatto così e ne ha avuto ben riscontro con la scellerata gestione di Roma della Raggi. Nomine, espulsioni, dimissioni e scelte politiche tutte eterocomandate dalla Casaleggio & Co. e chi dissente? Chi decide semplicemente di voler dire ciò che pensa? Viene sospeso o allontanato. Gli elettori romani sono stati gabbati. I grillini si fanno chiamare cittadini al posto di onorevoli, ma la realtà del M5S, che governa il Campidoglio da quasi 2 anni, è fatta soprattutto di spartizione di poltrone e accaparramento di potere”.

Più informazioni su