Quantcast

Piazza Sempione, 2.800 firme per fermare lavori riqualificazione

Roma – Questa mattina a Roma il Comitato “Salviamo piazza Sempione” e il Comitato di quartiere “Citta’ Giardino” hanno presentato agli uffici del III Municipio le prime 2.800 firme – raccolte in tre settimane tra i soli residenti del Municipio – a sostegno di una petizione per chiedere la sospensione del progetto di “riqualificazione” della storica piazza di Montesacro.

I Comitati denunciano in una nota “le gravi criticita’ di un progetto che la Giunta non ha mai condiviso ne’ con i cittadini ne’ col Consiglio Municipale: oltre 700mila euro per una finta pedonalizzazione (che ammucchia le auto su un lato della piazza), l’assurdo accantonamento del monumento alla Madonna, lo stravolgimento architettonico di una piazza che e’ ‘area tutelata’ (e che diventerebbe un’arena per la mala movida notturna), le gravissime ripercussioni sulla viabilita’ di un asse cruciale come via Nomentana.”

“La petizione propone invece una vera riqualificazione della piazza. Il ‘caso’ piazza Sempione ha gia’ dimostrato di non essere piu’ solo locale, con una mozione critica verso il progetto approvata dall’Assemblea capitolina il 4 marzo e un’interrogazione parlamentare presentata il 16 marzo”.

Prosegue, quindi, “una grande mobilitazione che interpella non solo le responsabilita’ della Giunta municipale, ostinatamente chiusa a ogni dialogo con la cittadinanza; ma anche quella delle istituzioni – Sindaca, Ministero – e di tutte le forze politiche – municipali e comunali – chiamate a intervenire con decisione per fermare un progetto devastante per il quartiere e per la citta’”, concludono Giovanni Martino del Comitato “Salviamo piazza Sempione” e Paolo Cipressi Comitato di quartiere “Citta’ Giardino”.