Quantcast

Pica: aziende in difficoltà per restrizioni penalizzanti

Roma – “Quanto riportato nell’ultimo Dpcm va a colpire pesantemente sia il commercio tradizionale che quello al dettaglio. Una scelta da parte del governo incomprensibile, che amplifica lo stato di sofferenza in cui si trovano oggi la ristorazione e le Pmi di Roma e del Lazio.”

“Aziende in difficolta’ da mesi che hanno provato con coraggio a resistere e che lo Stato invece di sostenerle sembra fare di tutto per affossarle mettendo in campo provvedimenti punitivi.”

“Il rischio e’ che la ristorazione e gli esercenti continueranno a perdere incassi compromettendo fatturazione e posti di lavoro. E questo non possiamo permettercelo. Pertanto, come Fiepet-Confesercenti di concerto con i vertici nazionali dell’associazione faremo ricorso al Tar per far valere i nostri diritti.”

“Nel frattempo, auspichiamo nel buon senso della Regione Lazio affinche’ s’intervenga velocemente con provvedimenti volti a correggere le distorsioni e gli indennizzi mirati ad aiutare in maniera selettiva le aziende piu’ in difficolta’ e non, al contrario, attivare un fondo perduto a pioggia che non aiuta il sistema Paese”. È quanto dichiara in una nota Claudio Pica presidente della Fiepet-Confesercenti di Roma e Lazio.