Pica: locali ancora chiusi costano 350 mln a Roma e Regione Lazio

Roma – “Attenderemo domani, quando il quadro sul nuovo Dpcm sara’ piu’ chiaro ma certo che se verra’ confermato quanto riportato dalle indiscrezioni dell’ultim’ora, secondo cui il Governo starebbe ipotizzando di confermare la chiusura dei ristoranti la sera, anche in quelle regioni gialle come il Lazio, per gli esercenti del food capitolino e laziale sara’ un fine anno a saldo sottozero.”

“Se tutto rimarra’ cosi’ com’e’, con i ristoranti chiusi, il mondo della ristorazione a Roma e nel Lazio, e l’indotto legato alla filiera, perderanno 350 milioni di euro.”

“Un danno economico insostenibile per le micro imprese e non ci sara’ decreto legge che tenga capace di poterle ristorare, poiche’ molte di queste attivita’ rischieranno di non riaprire a gennaio 2021”. Cosi’ in un comunicato Claudio Pica, presidente della Fiepet-Confesercenti di Roma e Lazio.