RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Piccolo: no ai licenziamenti per lavoratori Roma Metropolitane

Roma – “A una settimana dall’assemblea sindacale dei lavoratori di Roma Metropolitane sul Piano Industriale proposto dalla societa’ capitolina, nessuna risposta e’ stata fornita ai lavoratori, ai sindacati e alle opposizioni in relazione ai 45 licenziamenti previsti e alle dismissioni preannunciate. Le scelte che si vorrebbero adottare sono state provocate da tre anni di incertezze della giunta sul TPL della capitale, sull’assenza di reali progetti infrastrutturali (funivia a parte) e incapacita’ di sfruttare i fondi a disposizione per manutenzioni delle linee metropolitane. L’esito infelice configurato nel piano industriale non e’ quindi per demerito dei lavoratori cui va tutta la nostra solidarieta’.  Cosi’ in un comunicato la consigliera del Pd capitolino Ilaria Piccolo.

“Dalle promesse di stabilizzazioni, rinnovamento e risanamento prospettate in campagna elettorale, l’amministrazione Raggi e’ passata alle crisi industriali e ai licenziamenti. Sono tre anni che l’amministrazione M5S governa questa citta’, sono tre anni che i lavoratori di Roma Metropolitane, ma anche delle altre aziende partecipate, vivono nell’insicurezza del posto di lavoro. Zero investimenti, nessun progetto di sviluppo, sempre e solo incertezza e indeterminatezza. La sindaca Raggi, che a piu’ riprese ha chiesto l’intervento del governo precedente e di quello attuale per sostenere le infrastrutture e i servizi della capitale, non e’ ancora riuscita, dopo un anno e mezzo, ad impegnare ed usare i fondi che l’ex ministro Delrio aveva destinato a Roma per le manutenzioni delle metro A e B” -ha spiegato Piccolo-

“Con stazioni della metro A chiuse, i bus acquistati in Israele fermi da oltre un mese in un rimessaggio a Guidonia e le vetture che si incendiano mettendo a repentaglio la sicurezza dei cittadini mostrano il volto una citta’ fuori controllo e senza una guida. In questo quadro deleterio, anziche’ rafforzare e incentivare l’attivita’ delle societa’ partecipate si mette a rischio anche la loro esistenza. Non siamo d’accordo, il piano proposto e’ sbagliato, va contro gli interessi di Roma e fa pagare gli errori della giunta capitolina ai lavoratori. Presenteremo una mozione per impedire l’adozione del piano industriale proposto dal Cda di Roma Metropolitane”. -ha concluso la consigliera Pd-