RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Piccolo (PD): Ama raccolta a singhiozzo, chi la multerà?

"Chi eleverà le multe all'Ama o all'amministrazione comunale inadempiente che continua a riscuotere esosi tributi nonostante il servizio mostri forti carenze nel servizio?"

Più informazioni su

Piccolo (PD): Vogliono multare i cittadini, e chi multa l’Ama?

Roma – Ilaria Piccolo, consigliera del Pd capitolino, ha rilasciato in un nota nota alcune dichiarazioni.

“L’Ama vuole multare i cittadini che non differenziano e che intraprendono lunghe transumanze per smaltire i propri rifiuti. Comportamenti scorretti e deplorevoli. Da diversi quartieri di Roma nord però ci continuano ad arrivare segnalazioni del mancato ritiro dei rifiuti da parte dell’Ama. Condomini inseriti nei programmi del porta a porta invasi dalla spazzatura perché non viene raccolta o viene prelevata solo parzialmente. Ai comportamenti scorretti dei cittadini si sommano quelli dell’Ama. Che evidentemente ha gravi difficoltà nel trattamento e nello smaltimento dell’immondizia della Capitale”.

“Ora l’annuncio dell’arrivo delle guardie ecologiche che dovranno elevare le multe ai cittadini che non effettuano la differenziata e che posizionano i rifiuti fuori dei cassonetti. Una domanda e’ lecita e se la continuano a chiedere i romani. Chi eleverà le multe all’Ama o all’amministrazione comunale inadempiente che continua a riscuotere esosi tributi nonostante il servizio mostri forti carenze nel servizio ? Ecco la cronaca di un residente in Via Mattia Battistini”.

“Il civis reus carica in macchina i suoi sacchetti ovviamente distinti in indifferenziata, plastica, vetro, carta e umido. Tutto speranzoso parte alla ricerca del cassonetto perduto. Dopo aver miracolosamente salvato le gomme della propria auto nella quotidiana gincana tra le varie buche disseminate lungo la strada si ferma ai primi cassonetti. Riesce solo a gettare l’umido gli altri sono tutti stracolmi e la campana per il vetro non c’e'”.

“Riparte con la sua macchina. Altra gincana tra le buche, altra fermata ai cassonetti dove riesce a gettare plastica e carta. Parte nuovamente finalmente trova una campana per il vetro. Poi finalmente ecco un cassonetto dell’indifferenziata che sembra vuoto. Breve gaudio perché lo sportello e’ rotto e non si apre. A questo punto esausto e scoraggiato si violenta moralmente e accantona il suo sacchetto in terra insieme al solito cumulo che tracima dai cassonetti. Con che coraggio la sindaca Raggi e l’assessore Montanari gli mandano pure una bella multa a casa!”.

Più informazioni su