Quantcast

Piccolo: task force esaurita, Roma è immersa nella spazzatura

Roma – “Dopo la task force voluta poche settimane orsono dalla sindaca Raggi, ci risiamo, la citta’ si e’ di nuovo immersa nella ‘monnezza’. In poche settimane la ‘panzer division’ della sindaca si e’ arenata e batte in ritirata e le immondizie hanno di nuovo la meglio e dilagano in periferia e al centro”. Cosi’ in una nota la consigliera del Pd capitolino, Ilaria Piccolo. “Erano i primi di luglio- prosegue- quando le istituzioni sedute intorno ad un tavolo, vista la completa inadeguatezza della giunta pentastellata, prendevano l’impegno di risolvere l’emergenza dei rifiuti di Roma. Eravamo consci e lo dicemmo anche all’epoca, che era una mera iniziativa tampone e che avrebbe lasciato il tempo che avrebbe trovato. Infatti non e’ passato neanche un mese e i cassonetti, con la citta’ vuota, sono di nuovo stracolmi e circondati da rifiuti di ogni tipo. Maleodoranti olezzi si levano intorno alle postazioni di conferimento delle immondizie a scapito di chi abita nei paraggi e chi e’ costretto a passarci accanto”. In tre anni, secondo Piccolo, la giunta Raggi e’ riuscita a demolire “quasi completamente l’Ama, che a sua detta, in campagna elettorale, sarebbe stato lo strumento piu’ efficace per chiudere il ciclo dei rifiuti della Capitale. Oggi l’Ama non ha ancora approvato i bilanci 2017 e 2018 e quello che si prospetta e’ una societa’ con forti passivita’ malgrado la strenua difesa dei conti dell’ex assessore Montanari, a dispetto delle volonta’ dell’assessore Lemmetti e della stessa sindaca”. L’avvicendamento di decine di manager, conclude infine la consigliera, non ha ancora prodotto un piano industriale “con un programma di sviluppo capace di portare la citta’ dall’emergenza e di dotarla di impianti per essere autosufficiente nello smaltimento dei rifiuti”.