Politi: funivia è solo campagna promozionale Raggi

Roma – “Ricordiamo ancora la prima campagna elettorale della Raggi, ben 5 anni fa, dove sbandierava il suo cavallo di battaglia: la funivia Battistini-Casalotti. Per cinque anni il fantasma di questa funivia ha aleggiato sui social, nelle interviste e quant’altro, ma di fatto nessun piano di fattibilita’, nessuna gara ma tante promesse.”

“L’ultima trovata politica sulla funivia risale a settembre 2020 dove la Raggi annunciava le gare d’appalto per la fine del 2020, neanche a dirlo non se n’e’ fatto nulla. Ma siccome il Sindaco e’ in campagna elettorale stamattina in pompa magna si annuncia l’approvazione del progetto di fattibilita’, progetto per cui per il momento sono previsti quasi trenta milioni di euro, di cui tre milioni e mezzo solo di consulenze per i progetti.”

“Una corsa dell’ultimo minuto che non ha tenuto conto della volonta’ cittadina. In quel quadrante i comitati hanno piu’ volte chiesto maggiori aree verdi, servizi e spazi di aggregazione, ma la priorita’ per la Raggi resta la funivia, anche solo per non perdere la faccia davanti agli elettori.”

“Non e’ da trascurare tra l’altro il piccolo particolare che nel luogo dove da progetto dovrebbe sorgere la stazione Collina delle Muse, e’ sorta, poco tempo fa, una nuovissima pompa di benzina con tanto di permesso regolare.”

“A questo punto, e’ normale che sorgano dubbi sul tanto pubblicizzato piano di fattibilita’! Mentre costruivano la pompa di benzina il Campidoglio dormiva? Insomma cinque anni per neanche quattro chilometri e ancora nessuna prova concreta, solo tanta campagna promozionale”. Cosi’ in un comunicato Maurizio Politi, capogruppo Lega in Assemblea capitolina.