Polizia penitenzia​ria , Frongia Lisiapp: riorganizz​azione Ammnistraz​ione non più derogabile

Più informazioni su

    “Dare attuazione al decreto di istituzione dei ruoli tecnici polizia penitenziaria che rafforzerebbe la lotta al crimine organizzato” E’ quanto si legge in una nota diffusa dal Segretario Generale aggiunto del Libero Sindacato Appartenenti Polizia Penitenziaria (Lisiapp) Luca Frongia “Le strutture penitenziaria del paese – continua la nota – continuano a riempersi ad oggi abbiamo abbondantemente superato i 67.000 detenuti stante anche in atto il cosidetto decreto salva-carceri” . Le misure sino ad oggi intraprese sottolinea Frongia, escluso l’ultimo provvedimento perche tra qualche mese si vedranno gli effetti, gli altri sono stati altamente insufficienti ed inapplicabili nel breve periodo. La costruzione di nuove carceri richiede necessariamente anni e un maggior numero di poliziotti e poliziotte. A tutto ciò è altamente disatteso o meglio non preso in considerazione dall’Amministrazione Penitenziaria e dalle istituzioni il decreto legislativo che istitui’ i Ruoli Tecnici all’interno della Polizia Penitenziaria. Purtroppo, ribadisce il segretario Frongia ci troviamo come sempre davanti ad una “babele” ordinamentale ma anche davanti a certe prese di posizioni di alcune organizzazioni sindacali del Corpo che sollevano inutili polveroni sulla questione Ruoli Tecnici senza sapere che certe uscite “docet” sono altamente dannose per il personale ma soprattutto per l’immagine della Polizia penitenziaria. Inoltre continua il numero due del Lisiapp perché oggi assistiamo a del personale civile penitenziario suddiviso in diversi comparti, che invece nell’attuazione dei Ruoli Tecnici andrebbe a formare un percorso formativo per l’accesso alla specializzazione stessa e, soprattutto, eviterebbe una gran confusione tra informatici professionali e utenti dei sistemi informatici compreso operatori di polizia come accade oggi in tutte gli uffici centrali e periferici dell’Amministrazione Penitenziaria conclude la nota del Lisiapp

    Più informazioni su