Polo museale Atac, Baglio: salvato patrimonio grazie a Regione Lazio

Roma – “Il Polo Museale dell’Atac accanto alla Stazione Ostiense ha un patrimonio unico, di valore enorme: una testimonianza storica, sul cui interesse culturale sono tutti d’accordo.”

“Malgrado questo, il Polo e i suoi treni storici, vivono una situazione catastrofica: un altro pezzo di storia della nostra Citta’ lasciato al degrado e all’incuria da Atac e Giunta Raggi.”

“Da tempo ho presentato un’interrogazione urgente alla Sindaca e alla Giunta, senza aver ricevuto risposta. Solo ora, grazie all’iniziativa dell’Assessorato regionale ai trasporti e all’assessore Mauro Alessandri, l’area di archeologia industriale potra’ tornare ad essere viva e visitata.”

“La Regione Lazio e’ intervenuta a coprire i fallimenti del Campidoglio, annunciando l’avvio della ristrutturazione dell’area e della manutenzione dei treni storici nelle more del passaggio di proprieta’ dell’area museale alla Regione, sotto la gestione Astral.”

“Il Polo museale verra’ cosi’ rilanciato, ma a noi resta la rabbia perche’ l’ Atac e la Giunta Raggi, al di la’ del processo di cessioni delle linee ferrotranviarie alla Regione Lazio, avrebbero avuto il dovere di manutenere i macchinari rotabili, i cui esemplari sono datati agli inizi del secolo scorso, e che rischiavano di andare perduti per sempre.”

“Anche in questa occasione, Il Campidoglio e l’ATAC ancora una volta sono rimasti con le mani in mano, mentre il degrado di impossessava di un patrimonio dei romani”. Cosi’ in una nota la consigliera del PD capitolino Valeria Baglio.