Porrello: cittadini pretendono soluzioni per Roma-Viterbo

Roma – “Sto depositando una nuova interrogazione sulle misure urgenti da adottare per scongiurare la chiusura e il depotenziamento progressivo della ferrovia Roma-Civitacastellana-Viterbo. Domani i cittadini scenderanno in piazza a Roma per protestare contro i disservizi su questa ferrovia e sulla Roma-Lido, un’altra ex concessa. Conosco bene queste linee e da anni sento assessori diversi promettere che i lavori partiranno presto, come ieri in audizione con l’assessore Alessandri in merito alla stazione Flaminio e alle fermate mancanti sul percorso ferroviario tra Roma e Ostia, ma manca una progettualita’ complessiva, una visione di futuro che metta al centro il trasporto su ferro e quindi la sostenibilita’. Pendolari e studenti non devono dover scegliere tra mobilita’ e sicurezza e non possono continuare a pagare lo scotto di aver avuto amministratori non lungimiranti e poco sensibili all’innovazione. Un sistema ferroviario sano ed efficiente e’ un volano per tutta l’economia e un alleato nella lotta contro l’inquinamento atmosferico, e chi fa finta di non capirlo arreca un danno a tutta la regione Lazio. Invito i comitati che scenderanno in piazza domani a partecipare ai tavoli trasporti che da mesi organizziamo alla Pisana e ad assistere ai lavori del consiglio quando si discute del futuro della mobilita’ su ferro nel Lazio, insieme e’ possibile salvare linee che alcuni vorrebbero chiudere ed abbandonare”. Lo dichiara Devid Porrello, Consigliere M5S Lazio e Vicepresidente del Consiglio Regionale. Devid Porrello.