Quantcast

Raggi: adesione anagrafe nazionale successo per noi e per cittadini

Roma – “Oggi annuciamo un grande salto in avanti. Fin da quando siamo arrivati abbiamo puntato sulla digitalizzazione della pubblica amministrazione.”

“Abbiamo cosi’ deciso di aderire, il 16 dicembre, all’Anagrafe nazionale della popolazione residente, che per noi rappresenta una grandissima sfida: migrare completamente da una piattaforma ad un’altra, la prima utilizzata da Roma per 30 anni e la seconda completamente nuova.”

“Alla fine oggi posso dire che e’ stato un grande successo per l’amministrazione e per chi si rivolge all’Ufficio anagrafe per ottenere i certificati.”

“Con il nostro ingresso nella nuova Anagrafe i numeri dei residenti censiti e’ passato da 51,5 milioni a 54,3 milioni arrivando a coinvolgere il 90% della popolazione nazionale”. Cosi’ la sindaca di Roma, Virginia Raggi, in occasione del convegno ‘Roma Capitale nell’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente: i servizi per gli avvocati’.

Al convegno era presente anche l’assessore comunale al Personale, Antonio De Santis, che ha ricordato anche la “sostituzione del software a disposizione dei dipendenti di Roma Capitale con cui hanno interagito molti i cittadini.”

“Questo ha favorito molto i servizi alla cittadinanza insieme all’adesione alla nuova Anagrafe, che era un passaggio rinviato nel tempo perche’ si era certi che avrebbe comportato rischi. Basti pensare che abbiamo migrato milioni e milioni di dati. Ci voleva coraggio. Nel 2017 i certificati on line sono stati 530mila. Nel 2020 questa cifra si e’ quadruplicata”.