Quantcast

Raggi: credo molto in rapporto tra pubblico e privato

Più informazioni su

Roma – “Roma Capitale collabora moltissimo con i privati. Quello di Roma è un patrimonio sterminato e quando ci sono nuovi rinvenimenti è capitato spesso che fossero indagati dalle Soprintendenze e poi completamente ricoperti perché non c’era la possibilità di prendersene cura.”

“Il privato può supportare la valorizzazione di un’area e un reperto e credo che Roma abbia instaurato un ottimo rapporto con molti privati, che sono un punto di forza ineludibile perché altrimenti dovremmo fare forza sulle risorse pubbliche e sarebbe difficile tutelare un patrimonio sterminato.”

“Credo molto nella collaborazione tra pubblico e privato e l’Art bonus è un punto di forza che consente ai privati di buttarsi in questa avventura. Tutto avviene sotto l’attento coordinamento delle Soprintendenze, tutto è estremamente curato ma supportato dal mecenate che riesce ad arrivare dove inevitabilmente il pubblico non arriva”. Lo ha detto la sindaca di Roma, Virginia Raggi, durante gli Stati generali della Cultura del Sole 24 ore.

“Abbiamo aperto un ufficio ad hoc per le Mura aureliane, ma è evidente che qualora non arrivassero le risorse del Pnrr sarebbe fondamentale il mecenatismo. Parliamo credo del monumento più grande del mondo, almeno per la sua estensione di 12 chilometri lineari, non è banale.”

“Sono molto a favore del rapporto tra pubblico e privato che sta dando ottimi frutti e spesso i privati riescono anche a lavorare sul racconto e la narrazione che arricchisce quella che viene fatta dal pubblico. Sono due realtà che uniscono le forze per un risultato eccezionale”.

Più informazioni su