RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Raggi: rimasi interdetta quando Raineri mi disse “un anno e vado via”

Roma – “Se il buongiorno si vede dal mattino, rimasi interdetta quando, in occasione del nostro primo incontro, mi disse ‘Cara non ti preoccupare, staro’ con te per un anno, un anno e mezzo al massimo’. All’epoca non capii bene questa affermazione, alla luce di quello che ha detto oggi capisco che non aveva molta voglia di starci, apprendo oggi tutta questa ritrosia a venire da noi”. Cosi’ il sindaco di Roma, Virginia Raggi, ha replicato con una dichiarazione spontanea alla testimonianza del suo ex capo di Gabinetto, Carla Romana Raineri, nel processo che vede il primo cittadino imputato per falso nella nomina di Renato Marra a capo della direzione capitolina Turismo.

“È’ vero che non la conoscevo e che mi fu caldamente consigliata dall’assessore Minenna che a sua volta mi era stato caldamente consigliato dai miei referenti politici. Benche’ non la conoscessi era un’opportunita’ avere come capo Gabinetto un magistrato di primaria importanza e accettai volentieri che venisse- ha aggiunto- Minenna disse che lei era molto contenta di venire da noi e bastava solo un cenno. Mi dispiace anche avere forzato una persona a stare in un ruolo dove non voleva”.

Sul perche’ Raineri avesse indicato proprio il termine di un anno e mezzo, Raggi ha replicato: “Un anno e mezzo dopo il nostro arrivo ci sarebbe stata la preparazione alle elezioni politiche 2018 e sapevo, per quello che mi diceva il dottor Minenna, che erano interessati a dare un supporto molto fattivo al M5S in tutte istituzioni nelle quali i Cinque stelle erano presenti o si apprestavano a entrare”.

Quindi secondo il sindaco le ragioni del termine di un anno e mezzo di mandato messo dalla Raineri potevano essere legate a una volonta’ del magistrato di ricoprire altre cariche: “Magari un altro incarico dopo le elezioni politiche nazionali”, ha concluso.