Quantcast

Regione Lazio: centro estivo Castelporziano sostegno concreto a più vulnerabili

Roma – “Firmato il Protocollo d’intesa tra la Presidenza della Repubblica, la Regione Lazio e il Comune di Roma per il rinnovo del progetto che prevede l’apertura della tenuta presidenziale di Castelporziano e il suo utilizzo come centro estivo per i disabili. Il documento ufficializza l’avvio delle attività del centro estivo diurno, in favore di adulti con disabilità, per l’annualità 2021”. Così in un comunicato la Regione Lazio.

La tenuta rientra tra i luoghi storici della Presidenza della Repubblica e quest’anno, dopo l’edizione dell’anno scorso annullata per via della pandemia da Covid-19, torna ad ospitare i più fragili e le loro famiglie per la quinta volta.

Le attività, che sono iniziate il 5 luglio e proseguiranno fino al 3 settembre 2021, vedono coinvolte in totale circa 130 partecipanti, che saranno accolti dal lunedì al venerdì, con ingresso dalle ore 9.30 ed uscita non oltre le ore 16.

Tenuto conto del perdurare della situazione epidemiologica, è stata predisposta una rimodulazione dell’offerta dei servizi ed è pertanto prevista la messa a disposizione, per i destinatari del progetto, delle strutture balneari e dei servizi della spiaggia di Castelporziano, inclusi l’utilizzo gratuito dei servizi in spiaggia e la consumazione gratuita dei pasti presso le strutture predette.

Verrà assicurato il servizio di assistenza ai bagnanti, a cura del personale specializzato della Polizia di Stato per la sicurezza, la vigilanza e il salvataggio in mare. Inoltre, presso lo stabilimento balneare, è garantito un presidio di primo soccorso. A partecipare al progetto saranno cittadini adulti con disabilità residenti nei municipi capitolini e nei comuni del Lazio.

I beneficiari dell’iniziativa sono divisi in gruppi, selezionati dal Comune di Roma e dalla Regione Lazio, composti da 15 persone, tra destinatari e operatori, e ciascun gruppo prenderà parte all’iniziativa per sette giorni consecutivi. Per poter partecipare alle giornate presso il centro diurno tutti i partecipanti dovranno essere vaccinati.

“La firma di questo Protocollo d’Intesa è un passo molto importante nel percorso di ripartenza che la Regione Lazio insieme a tutte le Istituzioni sta avviando in un momento così difficile e complesso che ci richiede costantemente di essere presenti, soprattutto nei confronti delle persone più vulnerabili.”

“L’accordo siglato con la Presidenza della Repubblica rappresenta un segno tangibile volto a favorire l’integrazione dei disabili e delle loro famiglie, un’occasione in più per riconquistare momenti di comunità.”

“Oggi stiamo mettendo in sicurezza la popolazione del Lazio grazie alla campagna di vaccinazione anti Covid che corre veloce, il 45% dei cittadini della regione ha completato il ciclo vaccinale ed entro il mese di agosto arriveremo al 70%. Questi dati sono importanti perché ci permettono di poter riprendere attività come quella messa in campo con il Protocollo che avevano avuto una battuta d’arresto, ma soprattutto ci proiettano di nuovo nel futuro”, dichiara il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

“La firma del Protocollo con la Presidenza della Repubblica e il Comune di Roma rinnova un’importante collaborazione a livello istituzionale, un’intesa dal carattere sociale che mette in campo un sostegno concreto e gratuito per le persone più vulnerabili e per i loro famigliari”, commenta l’assessore alle Politiche Sociali, Welfare, Beni Comuni e Asp, Alessandra Troncarelli.

“Con questo intervento consentiamo grazie alla sensibilità e alla disponibilità della Presidenza della Repubblica una ripartenza effettiva e aiutiamo le persone più fragili a riappropriarsi di spazi di aggregazione e socialità che sono stati limitati a causa dell’emergenza sanitaria. Questo intervento testimonia il costante lavoro da parte della Regione Lazio per non lasciare nessuno indietro”.