Regione Lazio, Di Berardino: patto formativo con imprese, atenei e province

Più informazioni su

Roma – Queste le parole dell’assessore al Lavoro e Nuovi diritti della Regione Lazio, Claudio Di Berardino, intervenendo al webinar organizzato dalla Cisl del Lazio sul tema ‘Il capitale umano nel Fondo nuove competenze’: “L’impostazione data dal presidente Zingaretti alla Giunta e’ quella di individuare i punti di contatto tra gli assessorati per dare una risposta trasversale.”

“Nel Lazio abbiamo una condizione simile alle altre realta’ del Paese, in questo momento si combinano la coda della crisi del 2008, il forte processo di riorganizzazione produttiva degli ultimi anni e poi la pandemia, con conseguenze economiche e sociali note a tutti che nel Lazio hanno coinvolto finora oltre 1 milione di persone tra lavoratori dipendenti e autonomi, con 183mila persone in cassa integrazione.”

“La Regione ha gia’ avviato un lavoro con le parti sociali e datoriali con cui ragioniamo di politiche attive, in particolare su cinque ambiti: giovani, donne, persone disabili, adulti disoccupati e percettori di ammortizzatori sociali.”

“Inoltre abbiamo cominciato a ragionare con il mondo imprenditoriale e coinvolgeremo anche Universita’ e Province per un patto formativo: dobbiamo rimodulare la nostra formazione, che deve essere legata alle esigenze del mercato per essere un ponte verso il lavoro”.

“Stiamo creando l’Agenzia Spazio Lavoro- ha spiegato Di Berardino- che avra’ il compito di riorganizzare completamente i nostri centri per l’impiego, c’e’ bisogno di un sistema che non si basi solo sull’aspettare che le persone si presentino, ma che sia dinamico e vada anche verso le imprese: proprio per questo, a fine anno immetteremo gia’ nuove energie nei nostri centri per l’impiego.”

“Infine c’e’ il nostro impegno su innovazione e digitalizzazione e su quello che e’ il tema di giornata, il Fondo nuove competenze, che e’ una grande opportunita’.”

“Un tema che abbiamo iniziato gia’ ad affrontare insieme alle parti datoriali perche’ dobbiamo utilizzare appieno questa possibilita’: la Regione accompagnera’ questo percorso con la realizzazione di una convenzione con Anpal e le parti sociali per capire come gestire questa partita”.

Più informazioni su