RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Regione Lazio: firmato protocollo di stop ai rifiuti e agli sprechi alimentari

Firmato questa mattina presso la sede della Regione Lazio, in Via Cristoforo Colombo a Roma, il Protocollo d’Intesa per ridurre la produzione di rifiuti e contrastare lo spreco alimentare. A fare gli onori di casa è stato l’Assessore Massimiliano Valeriani. Gli altri firmatari dell’accordo sono Claudio Gradara (Presidente di Federdistribuzione), Luca Bernareggi (Presidente di ANCC COOP) e Sergio Imolesi (segretario generale di ANCD CONAD).

Protocollo d'Intesa alla Regione Lazio

Nello specifico l’accordo prevede la diminuzione degli imballaggi in plastica e dei prodotti in plastica monouso, oltre allo sviluppo di nuove azioni per il recupero delle eccedenze alimentari.

I dati sono a dir poco allarmanti: la Commissione Europea stima un spreco alimentare annuale nel vecchio continente di circa 189 milioni di tonnellate, pari a 179 chilogrammi pro capite. Il cibo si ‘perde’ lungo la filiera nella fase di trasformazione, nella vendita al dettaglio e all’ingrosso per danni alle confezioni e inefficienze nella gestione dei magazzini, nella ristorazione, ma la maggior parte (circa il 42%) viene buttato dai consumatori. In Italia le tonnellate di cibo prodotte in eccedenza sono 5,6 milioni su base annua.

Attraverso questo accordo si vogliono promuovere collaborazioni e sinergie tra produttori, distributori e consumatori. Tra gli obiettivi dell’intesa c’è l’avvio presso i punti vendita di progetti per la raccolta degli oli, dei grassi animali e vegetali esausti, il recupero e il riciclo di imballaggi plastici monouso attraverso l’installazione di eco-compattatori presso i punti vendita, il ricorso a device mobili per la pubblicità così da ridurre progressivamente l’utilizzo della carta.

Oltre a tutto ciò si punterà a favorire l’impiego di materiali riutilizzabili o biodegradabili, contribuendo quindi a dimunire la vendita di prodotti di plastica monouso. Infine verranno promossi percorsi di educazione al consumo consapevole e campagne di comunicazione sulla sensibilizzazione ambientale e sul contrasto allo spreco alimentare nei punti vendita e negli istituti scolastici del Lazio.

Andrea Felici