Quantcast

Revoca Tor di Valle, Ficcardi: consiglieri non sono passacarte

Roma – “La Giunta Raggi porta solo oggi all’attenzione dei consiglieri il tema della revoca dell’interesse pubblico per il progetto Stadio della Roma a Tor di Valle. La discussione si terrà nei prossimi giorni, con alcune Commissioni che hanno deciso di procedere anche in modalità secretata.”

“Peccato che questo passaggio arrivi a cose fatte, quando cioè il piano edificatorio è stato abbandonato, peraltro sulla base di una scelta operata dello stesso costruttore, ormai da un pezzo.”

“Quello di coinvolgere i consiglieri quando i giochi sono già chiusi sembra essere una cattiva abitudine di questa Giunta. Era accaduto lo stesso anche nel caso della revoca della discarica di Monte Carnevale.”

“In entrambi i casi, l’atto della sindaca non è dettato né dalla cura dell’interesse pubblico, né dalla spinta della cittadinanza, ma da cause di forza maggiore, come le decisioni dei privati o le azioni giudiziarie.”

“Non è certo un vanto per l’amministrazione capitolina portare sul tavolo della discussione solo in questa fase temi centrali per la vita della nostra città. Così facendo, si svilisce il ruolo del consigliere e la funzione politica che ricopre nel dibattito su Roma Capitale”. E’ quanto afferma Simona Ficcardi, Consigliera Assemblea capitolina – Verdi.