RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Rifiuti: Entro 31 dicembre nuovo contratto Roma-Ama

Più informazioni su

Roma – Entro il 31 dicembre il nuovo contratto di servizio tra Roma Capitale e Ama verra’ approvato e sara’ pronto per entrare in vigore: principali novita’ saranno la piu’ puntuale definizione di alcune zone d’ombra sulle attivita’ e le zone di intervento, che in passato hanno portato a conflitti e contenziosi, e l’inserimento di alcune tipologie di aree verdi, come quelle di pregio, di interesse storico-culturale e il verde archeologico.

È questa l’obiettivo del Campidoglio, emerso stamattina durante la riunione della commissione capitolina Ambiente, presieduta da Daniele Diaco (M5S), convocata proprio per fare il punto sul lavoro in corso sul contratto e sugli elenchi delle strade oggetto di intervento da parte di Ama che sono stati richiesti ai Municipi – oggi presenti i dispari, venerdi’ saranno in commissione i pari – per una piu’ puntuale definizione delle zone e delle attivita’ della municipalizzata romana dei rifiuti.

PER AMA COMPETENZE PIÙ CHIARE E NUOVE AREE VERDI – Come spiegato da Laura D’Aprile, responsabile direzione Rifiuti, Risanamenti e Inquinamenti del Campidoglio e presidente della Commissione di controllo del contratto di servizio tra amministrazione e Ama, “le attivita’ proseguono secondo le direttive dell’assessore Montanari, che aveva chiesto un primo schema di contratto entro il 30 giugno: e’ stato inviato e ora e’ in progress, e verra’ finalizzato entro il 31 dicembre. L’articolato tiene conto delle indicazioni politiche e tecniche fornite sia dall’assessore che dalla direzione tecnica dell’amministrazione capitolina, in particolare ci e’ stata richiesta una piu’ puntuale descrizione del perimetro e delle aree di attivita’ di Ama per non lasciare zone grigie soggette a interpretazione o peggio a contenziosi. Ci deve essere la massima chiarezza”.

Inoltre, ha sottolineato D’Aprile, “ci hanno chiesto di inserire anche particolari categorie di aree verdi per cui dobbiamo partire da un censimento diviso per aree di pregio, interesse storico-culturale e via dicendo per quantificare gli ettari e di conseguenza il servizio. Per una definizione piu’ puntuale abbiamo quindi chiesto ai Municipi l’elenco delle strade, con l’ultima nota inviata il 20 agosto: per quanto riguarda i territori dispari, oggetto della commissione di oggi, dal I Municipio abbiamo ricevuto una comunicazione parziale, dal III un elenco completo, il V ha sbagliato formato, il VII e’ completo, il IX e’ completo, l’XI ha sbagliato formato, il XIII ha dato comunicazione parziale e il XV non conforme. Questa e’ la situazione attuale su cui stiamo lavorando”.

DIACO (M5S): NUOVO CONTRATTO VERRÀ APPROVATO A DICEMBRE – L’obiettivo di questa commissione, ha spiegato Diaco, “e’ quello di permettere al dipartimento Ambiente di chiudere il lavoro e avviare l’iter amministrativo per chiudere il contratto di servizio, che verra’ approvato a dicembre. Per questo abbiamo chiesto ai Municipi l’elenco delle strade oggetto di intervento da parte di Ama, venerdi’ ci sara’ un secondo step in commissione con i Municipi pari”.

Più informazioni su